Pronto soccorso Sassari, apre cantiere

Il pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari sarà più accogliente. L'Azienda ospedaliero-universitaria sassarese ha aggiudicato l'appalto da 175mila euro per la ristrutturazione alla Termosanitaria Piani Srl. Il cantiere aprirà nei prossimi giorni. Il progetto prevede una nuova sala d'attesa con ingresso dal piazzale di sosta delle autoambulanze, due bagni per il pubblico, a norma, più spaziosi, uno dei quali adeguato ai disabili. Tra la sala d'attesa e l'ingresso delle barelle ci sarà una parete divisoria con una porta scorrevole. Sarà sostituita di una delle porte scorrevoli motorizzate. Le opere, che dovrebbero concludersi in novanta giorni, comprendono il rifacimento della pavimentazione, dei controsoffitti e degli impianti per il rilevamento di incendi e quelli d'illuminazione. Saranno installati un impianto di videosorveglianza e sei monitor, tre per la televisione e tre per le comunicazioni all'utenza. "I lavori non erano più rimandabili - spiega il direttore sanitario dell'Aou, Nicolò Orrù - Ogni anno arrivano in pronto soccorso circa 50mila persone, vogliamo migliorare il comfort dei pazienti in attesa dei loro accompagnatori". "Abbiamo fatto questa scelta perché sappiamo che i tempi di realizzazione del nuovo ospedale e del nuovo pronto soccorso saranno vanno dai tre ai cinque anni - prosegue Orrù - non si può attendere tutto questo tempo per ridurre il disagio dell'utenza". Per agevolare i lavori, il posto fisso di polizia tornerà dov'era prima, nel vecchio pronto soccorso. Al suo posto sarà realizzata una sala d'attesa provvisoria. Questa è solo la prima tranche di una serie di lavori che interesseranno il pronto soccorso: "È in progetto la riorganizzazione dell'area urgenza - assicura l'azienda sanitaria - che consentirà una diversa gestione degli interventi, con una risposta più celere per le patologie tempo dipendenti".(ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Monteleone Rocca Doria

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...